Slider

Sito in costruzione

 

Scoprire l'Alto Jonio

http://www.scoprirealtojonio.it/destinazioni/

 

 

Su di noi

 

20/06/2019

Amendolara, Associazione per Sviluppo Alto Ionio si riorganizza. «Pronti per fare impresa»

L’Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Ionio (ASAI), coordinata dal presidente Antonio Pagano, si è riunita nella sede ubicata nel centro storico di Amendolara per programmare le prossime iniziative, compreso il cartellone di eventi estivi” dal titolo “Mediterraneo Interiore” di concerto con alcuni comuni dell’Alto Jonio cosentino. I diversi soci presenti hanno discusso di importanti novità in cantiere che riguarderanno il Premio Pagano, concorso scolastico in memoria del giudice Umberto Pagano che quest’anno ha raggiunto la sua settima edizione ed è pronto da settembre ad un vero restyling organizzativo.

06/06/2019

Parte da Amendolara una campagna di sensibilizzazione contro l’uso indiscriminato della plastica 

L’Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Ionio (ASAI), presieduta da Antonio Pagano, è impegnata, in vista dell’estate ormai prossima, in una campagna di sensibilizzazione su un uso meno spropositato della plastica. "bAttiamo la plastica” – sostenuta anche da ANTA (Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente) – si rivolge a tutti i cittadini, maggiormente alle nuove generazioni, invitando all’utilizzo di prodotti alternativi al consumo “usa e getta”, come bicchieri, cannucce, cotton fioc e sacchetti,  a dir poco inquinanti soprattutto in ambienti delicati come il mare e la spiaggia - commenta Felicetta Mazzei, esperta di ambiente marino e referente del progetto per l’ASAI.

 

01/06/2019

Amendolara. Tutti i vincitori e le foto del Premio Pagano 2019

Il tema individuato per il concorso di quest’anno è stato: “Sentinelle della biodiversità e dei beni comuni: per una educazione al presidio, alla tutela e allo sviluppo delle risorse naturali e dei beni archeologici, culturali e ambientali”. 

Sono intervenuti: Antonio Pagano (presidente Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Jonio), Vincenzo La Camera (giornalista e direttore di Paese24.t), Antonello Ciminelli (sindaco di Amendolara), don Francesco Savino (vescovo della diocesi di Cassano allo Ionio), Elisabetta D’Elia (dirigente scolastico Istituto Comprensivo di Amendolara-Oriolo-Roseto Capo Spulico), Felicetta Mazzei (esperta in Scienze dell’ambiente marino), Franca Franco (vicepresidente Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Jonio), Fabio Modesti (esperto politiche per la conservazione della natura)

Ecco i vincitori:

Categoria SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO (medie)

1^ CLASSIFICATO: I A, I B, I C Istituto Comprensivo di Taverna di Montalto

(descrizione del territorio di Montalto Uffugo con un percorso tutto da scoprire – con video)

Docente responsabile: prof.ssa Francesca Anili     

 

2^ CLASSIFICATO: III A Istituto Comprensivo “Corrado Alvaro” di Trebisacce – Albidona (plesso di Trebisacce)

(presentazione del progetto di un’applicazione mobile (APP) per la descrizione dei beni culturali di Trebisacce – con video)

Docente responsabile: Simona Conte                                                                  

 

2^ CLASSIFICATO ex aequo: (I A, I B, I D Istituto Comprensivo Rocca Imperiale – Canna – Nocara – Montegiordano (plesso di Rocca Imp.)

(presentazione di un progetto WALK CODE sui monumenti di Rocca Imperiale, Canna e Nocara – con simulazione dal vivo tra il pubblico)

Docente responsabile: prof. Giuseppe Paladino  

 

3^ CLASSIFICATO:  I A Istituto Comprensivo di Amendolara – Oriolo – Roseto Capo Spulico (plesso di Amendolara)

(presentazione di un decalogo di regole per salvare l’AMBIENTE quale BENE COMUNE – con foto del cartellone)

Docenti responsabili: prof.ssa Anna Oliverio, prof. Francesco Luisi 

 

3^ CLASSIFICATO ex aequo: III A, III B Istituto Comprensivo di Amendolara – Oriolo – Roseto Capo Spulico (plesso di Amendolara)

(presentazione di un lavoro di descrizione e valorizzazione della Secca di Amendolara – con video)

Docenti responsabili: prof.sse Valeria Ettorre e Carmela Franco   

 

Categoria SCUOLA SECONDARIA SECONDO GRADO (superiori)

 

1^ CLASSIFICATO:  III, IV, V ITI – I.I.S. IPSIA – ITI “E. Aletti” di Trebisacce

(descrizione di un percorso di valorizzazione e promozione dell’arancia “Biondo” di Trebisacce – con video)

Docenti responsabili: prof.sse Franca Fabiani e Mirella Franco; prof. Davide Di Marco

 

2^ CLASSIFICATO: IV B Grafica Istituto Tecnico Commerciale “Luigi Palma” di Corigliano

(alunni Luca Prezzo e Maria Pia Pignataro)

(descrizione del monumento “Quadrato Compagna” di Schiavonea di Corigliano e proposta di recupero e valorizzazione – con foto)

                                                        

2^ CLASSIFICATO ex aequo: IV B Grafica Istituto Tecnico Commerciale “Luigi Palma” di Corigliano

(ALUNNI Alessia Oliveri e Eleonora Mainieri)

(descrizione del monumento “Torre del Cupo” di Schiavonea di Corigliano e proposta di recupero e valorizzazione – con foto) 

Docenti responsabili di entrambi i lavori: prof.sse Rosa Taranto, Rita Marino e Giovanna Procopio

 

 Commissione valutatrice

– Antonio Pagano (consigliere parlamentare), presidente Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Ionio

– Emilio Mormandi (docente)

– Felicetta Mazzei (esperta in Scienze dell’Ambiente Marino)

– Vincenzo La Camera (giornalista)

31/05/2019

Amendolara. Vescovo al Premio Pagano. «Ragazzi, svegliatevi! Non siate addomesticati!»

«Ragazzi, svegliatevi! Studiate! Non siate addomesticati e omologati! Non lasciatevi rubare la vita, il cuore, l’intelligenza». Sono le parole che il vescovo della diocesi di Cassano all’Ionio, monsignor Francesco Savino, ha rivolto agli studenti presenti questa mattina (venerdì 31 maggio) all’agriturismo “La Lista” di Amendolara Marina, per la settima edizione del Premio Pagano. Il presule si è soffermato sull’importanza dell’iniziativa – promossa dall’Associazione per lo Sviluppo dell’Alto Ionio (ASAI) coordinata dal consigliere parlamentare Antonio Pagano – intesa come risposta ad un’emergenza educativa: «Una pagina bella in cui i ragazzi sono protagonisti attivi». Due, gli obiettivi del Premio sottolineati dal vescovo Savino: come essere cittadini attivi e responsabili; riflettere sul senso dei beni comuni, senza cui non può esserci comunità. «Siamo uomini e donne di plastica – ha ammonito il presule.  Dobbiamo diventare custodi del territorio attraverso una forte coscienza». Il tema di questa edizione del concorso – rivolto, come ogni anno alle scuole della provincia di Cosenza – era, infatti: “Sentinelle delle biodiversità e dei beni comuni”.

«Ragazzi, aggiornatevi! Basta con la delega in bianco! – L’appello di don Francesco, nel giorno del quarto anniversario del suo ingresso nella diocesi – . E’ l’ora della responsabilità, della compartecipazione. Oggi – ha aggiunto monsignor Savino – c’è un deficit di democrazia perché c’è un deficit di cultura. I poteri vi vogliono ignoranti perché l’ignoranza fa il gioco del potere». Il vescovo ha esortato i ragazzi a «lavorare con intelligenza emotiva ed investire in cultura per essere i protagonisti del domani, perché senza formazione e informazione si diventa soggetti sudditi. Bisogna distinguere la verità dalle fake news, perché non c’è verità senza libertà».

Infine, l’invito di don Francesco agli insegnanti e ai genitori: «Osiamo di più così sarà l’alba di una vera rivoluzione culturale, antropologica e spirituale del nostro territorio» e l’augurio ai ragazzi: «Non sprecate la vita, non sciupatela».

Federica Grisolia

© 2020 Mediterraneo Interiore. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper & Web Master Felicetta Mazzei